Attendere...ricerca del percorso in corso
Attendere prego
Dimensione Carattere: [+] | [-] Visualizzazione: [S]tandard | Solo [T]esto | Ipo [V]edenti - Mappa del Sito
Condividi su facebook

La Settimana della Sicurezza stradale nella Provincia di Crotone.



Insegnare il rispetto delle norme di sicurezza e il codice della strada attraverso la partecipazione dei più piccoli e con immagini forti e testimonianze dirette per i più grandi, serve più di tante noiose lezioni.
Di questo ne è convinta l’Amministrazione provinciale di Crotone, che attraverso il proprio Servizio di Sicurezza Stradale anche quest’anno, nell’ambito delle proprie attività finalizzate al dimezzamento del numero delle vittime di incidenti stradali entro il 2010, ha organizzato la “Settimana della Sicurezza Stradale”indetta dal 20 al 27 aprile 2008.
La settimana ha visto nelle domeniche del 20 e del 27 impegnati i giovani scout dell’Associazione provinciale Agesci, nell’attività denominata “Vigile per un Giorno”.
Il giorno 20 aprile i giovani scout all’interno della Villa Comunale di Crotone hanno creato un percorso stradale adeguatamente strutturato da segnaletiche realizzate nelle loro sedi. Questi hanno percorso l’intero tragitto in bicicletta, con all’interno passaggi pedonali appositamente creati per i più piccoli. Alla fine della giornata i componenti del Servizio di Sicurezza Stradale hanno consegnato la “Patente di buon cittadino” ad ogni bambino, e hanno distribuito giubbini e gadget sulla sicurezza stradale.
Il giorno 27 aprile, nei comuni di Crotone, Botricello, Cotronei, Isola di Capo Rizzato, Rocca di Neto e Strongoli, circa 200 bambini scout sono stati affiancati dal personale di vigilanza della propria cittadina e hanno potuto “multare” i conducenti distratti e sensibilizzare in maniera molto semplice e diretta l’opinione pubblica da un punto di vista insolito ma efficace: quello dei bambini.
Il Servizio di Sicurezza Stradale ha creato delle “multe”molto simili a quelle vere distribuendole ai baby vigili.
All’interno della settimana è stato poi riproposto come nella passata stagione, il Katedromos, il Catechismo della Sicurezza Stradale, progetto di promozione, istruzione e di educazione stradale che si è tenuto dal 21 al 24 aprile nei comuni di Crotone, Cutro, Cotronei, Mesoraca e Cirò Marina.
Le scuole coinvolte sono state: Liceo Classico Pitagora, l’Istituto Nautico di Crotone, l’Istituto Gravina di Crotone, l’ I.P.S.C.T.P. Pertini di Crotone, il Polo Tecnico Professionale di Cutro, il I.P.S.C.T.P di Cotronei, i ragazzi dell’Associazione “I ragazzi del cielo e della terra”, gli studenti del Liceo Linguistico di Mesoraca, i ragazzi dell’Istituto Gangale di Cirò Marina.
Il “Katedromos” mira a prevenire e ridurre il numero degli incidenti attraverso la conoscenza delle norme e l’insegnamento dei comportamenti corretti da adottare su strada.
Tale iniziativa sapientemente ideata e condotta dal Prof. Leonardo Indiveri si è svolta alla presenza di circa 1.000 studenti delle scuole superiori della Provincia di Crotone chiamati a raccolta per assistere ad una “lezione” di educazione stradale che ha riscosso un grande successo.
I numeri parlano chiaro e sono agghiaccianti: 7000 mila morti sulle strade di cui centinaia sono solo bambini.
Il Professore Indiveri ha saputo rendere la crudezza della realtà quotidiana delle stragi stradali in messaggi forti ed incisivi che hanno indotto tutti alla riflessione.
L’incontro-spettacolo, infatti, ha mostrato ai ragazzi gli effetti dei comportamenti e le conseguenze di cadute e di incidenti con la moto senza l’uso del casco o della guida in automobili con le cinture di sicurezza non allacciate. Soprattutto moto e scooter, i mezzi di trasporto più gettonati dagli adolescenti, troppo spesso inconsapevoli dei rischi che si corrono sulle due ruote.
Il tutto con una comunicazione che ha alternato momenti di grande divertimento a momenti di grande riflessione e commozione, uno spettacolo che ha avuto la capacità di incidere profondamente l’animo dei giovani per il suo forte impatto emotivo.
In un’ora e mezza di spettacolo, la soglia di attenzione non è calata mai,anche davanti alle immagini più dure. Qualcuno ha pianto, ma tutti, a sentire i loro commenti e quelli dei loro insegnanti, sono rimasti colpiti.
Un progetto nazionale a metà tra il workshop e lo spettacolo supportato da un lungo filmato,che contiene immagini di incidenti, crash test e testimonianze drammatiche strappate a chi ha perduto i propri figli sulla strada.
Indimenticabile è l’intervista a Marisa, che aveva un unico figlio, Marco, morto in un incidente stradale, che lancia un messaggio di profondo significato ai ragazzi presenti: “Alla vostra età si è padreterni, non può succedere a sé ,mai. Sono sempre gli altri gli stupidotti che fanno le imprudenze, che non sanno guidare. Mio figlio era uno di quelli, sapeva guidare, ma…”.
Le iniziative messe in campo sono risultate una formula vincente per i risultati ottenuti, che inducono la Provincia di Crotone a continuare su questa strada, con il coinvolgimento degli studenti di ogni fascia d’età presenti nel territorio provinciale.


CALENDARIO SETTIMANA DELLA SICUREZZA STRADALE 2008

Presentazione attività svolta Centro di Monitoraggio

Newsletter

Compila il Questionario

Realizzato da Studio Amica - copyright 2008
[ W3C HTML 4.01 ] [ W3C CSS ] [ W3C WAI-AAA ]