Attendere...ricerca del percorso in corso
Attendere prego
Dimensione Carattere: [+] | [-] Visualizzazione: [S]tandard | Solo [T]esto | Ipo [V]edenti - Mappa del Sito
Condividi su facebook

COME COMPORTARSI PRIMA DI PARTIRE

Campagna Europea per la Sicurezza Stradale con il sostegno della Commissione Europea
Tratto da Federation Internationale de L'Automobile

 

child seat luggage headrestraint seatbelt

Collocare il bambino nel seggiolino posteriore
Fare attenzione a bagagli ed oggetti liberi Aggiustare la posizione del poggiatesta Indossare la cintura di sicurezza

 

IL SEGGIOLINO DI SICUREZZA SALVA LA VITA

In un incidente stradale a bassa velocità, i bambini che non sono adeguatamente ritenuti possono essere proiettati in avanti con grande forza. Per esempio,. un bambino di 4 anni coinvolto in un incidente a 50 Km/h, può essere proiettato in avanti con una forza equivalente a 400 Kg (il peso di un piccolo elefante). Un sistema di ritenuta adeguato può ridurre del 75% la probabilità di lesioni fatali e del 67% la probabilità di lesioni serie. Sebbene circa l'80% dei genitori nell'Unione Europea assicurano i loro bambini nei seggiolini, molti non lo fanno in modo adeguato. E' stato osservato che il 50-70% dei bambini sono collocati nei seggiolini in modo non corretto. Inoltre, un significativo numero di bambini sono collocati in seggiolini troppo piccoli, e questo incrementa il rischio di lesioni in caso di incidente. Le organizzazioni motoristiche Europee avvisano i genitori di collocare i seggiolini nei sedili posteriori quando possibile. In particolare i seggiolini non devono essere mai collocati in senso contrario alla marcia, sul sedile anteriore di un'autovettura munita di airbag passeggero. Se a causa di un incidente l'airbag esplode, può colpire la parte posteriore del seggiolino con forza tale da provocare al bambino lesioni molto serie e persino fatali.

TORNA SU

ATTENZIONE AI BAGAGLI

In un incidente a 50km/h con l'ausilio dell'airbag e delle cinture di sicurezza; ci sono buone probabilità di uscire dallo scontro con solo piccole escoriazioni. Ma dopo qualche istante dall'urto, l'occupante è colpito da una cartina geografica usualmente collocata nella parte posteriore dell'auto. Sebbene l'autovettura è ormai quasi ferma, la cartina, che non è fermata da ostacoli, colpisce l'occupante alla velocità di 50km/h. La cartina, che originariamente pesa appena 2 kg, colpisce il retro della testa del conducente o del passeggero con una forza equivalente a circa 40 kg. Il bagaglio non assicurato adeguatamente nell'auto può tramutarsi in un missile non soltanto in caso di incidente, ma anche durante un'improvvisa energica frenata. Per esempio a 50 Km/h, un ombrello pesante 45 gr può in queste situazioni esercitare una potenza equivalente ad un colpo di martello; una borsa del peso di 5 Kg, può diventare un'arma letale del peso di 45 Kg.

TORNA SU

PROTEGGERE IL COLLO

In un tamponamento la testa dell'occupante l'autovettura tamponata, è spinta violentemente prima all'indietro poi in avanti, prima di ritornare nella posizione di pre impatto; questo meccanismo è l'origine del c.d. colpo di frusta. I muscoli del collo non sono capaci di assorbire l'impatto ed il rachide cervicale si estende, con il rischio che le ossa, i muscoli ed i nervi possano essere danneggiati. Gli esperti definiscono il colpo di frusta come "un meccanismo di rapida accelerazione/decelerazione applicata al collo conseguente ad un trasferimento di energia" che può verificarsi persino a velocità appena superiori a 10 km/h. Negli incidenti stradali, e specialmente nei tamponamenti, le lesioni conseguenti al colpo di frusta, sono forse le più comuni. Gli esperti distinguono fra tre differenti tipi di colpi di frusta: i casi miti che provocano rigidità e dolore al collo; lesioni più serie, normalmente conseguenti a scontri a velocità più elevate, includono sintomi muscolari e limitazioni nel movimento del collo; infine le lesioni più gravi, che comportano anche problemi neurologici. Sebbene il colpo di frusta sia piuttosto frequente, può essere evitato facilmente aggiustando e posizionando adeguatamente il poggiatesta.

TORNA SU

LA CINTURA DI SICUREZZA

Le statistiche dicono che la cintura di sicurezza è l'equipaggiamento di sicurezza più importante attualmente disponibile per un'autovettura. Le cinture hanno significativamente contribuito a salvare la vita ed a ridurre la gravità delle lesioni. Si stima che 7.500 vite possono essere salvate annualmente in Europa facendo uso di questo sistema di ritenuta, ed è stato osservato che la gravità delle lesioni si è ridotta notevolmente e così il costo derivante dalle lesioni. Le cinture sono efficaci anche per i passeggeri che siedono nel sedile posteriore. In un incidente a 50 Km/h un adulto seduto dietro è proiettato in avanti con una forza di 3,5 tonnellate, il peso di un elefante. Senza l'uso delle cinture, questa proiezione in avanti può provocare la morte o gravi lesioni non soltanto al passeggero, ma anche a coloro che sono seduti nei sedili anteriori. Se non ci sono disponibili seggiolini per i bambini, essi devono essere tenuti da un adulto ritenuto da cintura di sicurezza, ma sul sedile posteriore.

TORNA SU


Presentazione attività svolta Centro di Monitoraggio

Newsletter

Compila il Questionario

Realizzato da Studio Amica - copyright 2008
[ W3C HTML 4.01 ] [ W3C CSS ] [ W3C WAI-AAA ]